fbpx

I materiali da costruzione sono tutti i materiali, naturali e artificiali, impiegati per realizzare costruzioni edilizie e opere d’ingegneria civile (strade, ponti, gallerie, dighe, ecc). Ci sono vari tipi di materiali da costruzione, a cui se ne aggiungono sempre di nuovi.
Il numero di questi materiali, che in passato era relativamente limitato, oggi va continuamente aumentando col progredire della tecnologia.

L’elevato numero di materiali da costruzione che si trova oggi in commercio dipende dal fatto che ognuno di essi presenta delle particolari proprietà, che lo fanno preferire agli altri a seconda degli scopi per i quali deve essere utilizzato.

A ciascun materiale è richiesto di possedere determinate proprietà meccaniche e di conservare le stesse nel tempo. Dalle proprietà meccaniche dipende il comportamento del materiale sollecitato all’applicazione di un sistema di forze.
Le proprietà fisiche misurano il comportamento sotto l’azione della temperatura, dei campi elettrici o magnetici, della luce, del fuoco.
Le proprietà chimiche misurano la capacità di conservare le proprie caratteristiche negli ambienti in cui viene messo in opera il materiale.

La scelta del materiale per una particolare applicazione nel campo delle costruzioni edilizie dipende dalle sue caratteristiche ma anche dalla sua disponibilità nel luogo di utilizzo, dall’impatto ambientale del materiale stesso, dal suo effetto estetico e, soprattutto, dal suo prezzo.

Tipologie di materiali

Pietre naturali (o materiali lapidei o rocce)

  • Marmo
  • Travertino
  • Alabastro
  • Arenaria
  • Ardesia
  • Granito
  • Porfido
  • Basalto
  • Stucco
  • Ghiaia
  • Pietrisco
  • Sabbia

Materiali artificiali

  • Laterizi (mattoni e tegole)
  • Ceramiche
  • Vetro
  • Leganti
  • Gesso
  • Calce
  • Intonaco
  • Cemento
  • Lignei
  • Metallici
  • Polimerici (materie plastiche)